Ricerca

Il Posto

Data Centers of the future are here

Un film per i 50 anni di DEGW
6/3/2024
Written by
Share:

In occasione del 50° anniversario di DEGW, storica società di progettazione specializzata in luoghi di lavoro e business unit di Lombardini22, abbiamo pensato a un’iniziativa davvero speciale: un film. Abbiamo deciso di farlo in modo inconsueto: non un documentario ma un film di finzione commissionato al regista e fotografo Gianluca Vassallo.

Il film si intitola “Il Posto” ed è frutto di un’osservazione indipendente: un lungometraggio che omaggia lo storico brand nato a Londra nel 1973 – e che in 50 anni di attività ha immaginato e sviluppato un modello di Workplace Design pionieristico, oggi punto di riferimento per molti – intrecciando le immagini e le voci dei protagonisti storici e attuali con una narrazione che ci interpreta liberamente, con una sceneggiatura e un linguaggio d’autore.

La storia

È la storia di Pietro (Michele Sarti), un regista appena affermato alle prese con la ricerca di un produttore per il suo prossimo film, che viene chiamato da DEGW per realizzare un documentario sui 50 anni d’attività. La sua resistenza iniziale lascerà il posto a un progressivo coinvolgimento nella storia della società, che si dipana per indizi e frammenti in un racconto intrecciato con le vicende personali del regista, fino a una inaspettata comprensione della sua storia familiare e della sua stessa esistenza: un legame a doppio filo con uno dei primi cimenti del gruppo di progettazione fondato da Francis Duffy, Peter Eley, Luigi Giffone e John Worthington.

Perché un film di fiction?

Abbiamo voluto intercettare un pubblico non solo di addetti ai lavori, estendere l’interesse e il coinvolgimento a una platea allargata e condividere una storia importante e straordinaria su temi che riguardano tutti noi: quelli dei luoghi che progettiamo, dei posti in cui lavoriamo e soprattutto delle relazioni che si generano (anche oltre le intenzioni progettuali) in quegli spazi dove spendiamo gran parte delle nostre vite. È la nostra storia, e può essere la tua.

Non è solo un film

Il Posto non è solo un prodotto cinematografico ma il primo tassello di un progetto più articolato: un programma di ricerca che a partire da DEGW – che nella sua storia ha attraversato tutti i temi emergenti e i mutamenti del workplace fin dai loro primi sintomi e manifestazioni (anticipando molte questioni che in questi ultimi anni abbiamo percepito come urgenti e “nuove”) – vuole abbracciare il mondo del lavoro e dei suoi spazi dedicati nel senso più ampio, nel presente e nel prossimo futuro.

Un programma di ricerca e diffusione di idee

È un processo già avviato – a Londra con le voci dei protagonisti (John Worthington, Despina Katsikakis e altri); all’Università di Reading con i materiali d’archivio (DEGW Living Archive) – e continuerà a svilupparsi con interviste e testimonianze originali, letture di luoghi e progetti rappresentativi, idee e visioni che comporranno una trama aperta a diversi contributi anche in relazione con università, centri di ricerca, istituzioni e aziende.

Un programma interdisciplinare che ci vedrà coinvolti nei prossimi anni con una serie di attività aperte a diversi contributi e a tutte le voci significative sui temi del workplace e delle sue complesse relazioni: un generatore di contenuti, un incubatore di ricerche, una piattaforma partecipata che coinvolgerà anche voi!

[Un film di Gianluca Vassallo con Michele Sarti | dal 3 aprile al cinema | prodotto da White Box Studio | su incarico di Lombardini22 | in omaggio ai 50 anni di DEGW]

Written By
March 6, 2024
Attualità
Written by
Share:
March 6, 2024

Il Posto

In occasione del 50° anniversario di DEGW, storica società di progettazione specializzata in luoghi di lavoro e business unit di Lombardini22, abbiamo pensato a un’iniziativa davvero speciale: un film. Abbiamo deciso di farlo in modo inconsueto: non un documentario ma un film di finzione commissionato al regista e fotografo Gianluca Vassallo.

Il film si intitola “Il Posto” ed è frutto di un’osservazione indipendente: un lungometraggio che omaggia lo storico brand nato a Londra nel 1973 – e che in 50 anni di attività ha immaginato e sviluppato un modello di Workplace Design pionieristico, oggi punto di riferimento per molti – intrecciando le immagini e le voci dei protagonisti storici e attuali con una narrazione che ci interpreta liberamente, con una sceneggiatura e un linguaggio d’autore.

La storia

È la storia di Pietro (Michele Sarti), un regista appena affermato alle prese con la ricerca di un produttore per il suo prossimo film, che viene chiamato da DEGW per realizzare un documentario sui 50 anni d’attività. La sua resistenza iniziale lascerà il posto a un progressivo coinvolgimento nella storia della società, che si dipana per indizi e frammenti in un racconto intrecciato con le vicende personali del regista, fino a una inaspettata comprensione della sua storia familiare e della sua stessa esistenza: un legame a doppio filo con uno dei primi cimenti del gruppo di progettazione fondato da Francis Duffy, Peter Eley, Luigi Giffone e John Worthington.

Perché un film di fiction?

Abbiamo voluto intercettare un pubblico non solo di addetti ai lavori, estendere l’interesse e il coinvolgimento a una platea allargata e condividere una storia importante e straordinaria su temi che riguardano tutti noi: quelli dei luoghi che progettiamo, dei posti in cui lavoriamo e soprattutto delle relazioni che si generano (anche oltre le intenzioni progettuali) in quegli spazi dove spendiamo gran parte delle nostre vite. È la nostra storia, e può essere la tua.

Non è solo un film

Il Posto non è solo un prodotto cinematografico ma il primo tassello di un progetto più articolato: un programma di ricerca che a partire da DEGW – che nella sua storia ha attraversato tutti i temi emergenti e i mutamenti del workplace fin dai loro primi sintomi e manifestazioni (anticipando molte questioni che in questi ultimi anni abbiamo percepito come urgenti e “nuove”) – vuole abbracciare il mondo del lavoro e dei suoi spazi dedicati nel senso più ampio, nel presente e nel prossimo futuro.

Un programma di ricerca e diffusione di idee

È un processo già avviato – a Londra con le voci dei protagonisti (John Worthington, Despina Katsikakis e altri); all’Università di Reading con i materiali d’archivio (DEGW Living Archive) – e continuerà a svilupparsi con interviste e testimonianze originali, letture di luoghi e progetti rappresentativi, idee e visioni che comporranno una trama aperta a diversi contributi anche in relazione con università, centri di ricerca, istituzioni e aziende.

Un programma interdisciplinare che ci vedrà coinvolti nei prossimi anni con una serie di attività aperte a diversi contributi e a tutte le voci significative sui temi del workplace e delle sue complesse relazioni: un generatore di contenuti, un incubatore di ricerche, una piattaforma partecipata che coinvolgerà anche voi!

[Un film di Gianluca Vassallo con Michele Sarti | dal 3 aprile al cinema | prodotto da White Box Studio | su incarico di Lombardini22 | in omaggio ai 50 anni di DEGW]

Leggi l’articolo
March 6, 2024
Attualità
Written by
Share:
Do you want to read it in English?
Switch to English
Vuoi leggerlo in italiano?
Cambia in Italiano
La bellezza è una scoperta, non un'invenzione.