Magazine by

The City we Have in Mind

Una tavola rotonda per il futuro delle nostre comunità
Written by
Share:

PANEL

Colin Ellard | Neuroscienziato Urban Realities Lab Waterloo University, Waterloo
Alessandro Melis | Curatore Padiglione Italia Biennale Architettura, Venezia
Itai Palti | Direttore Centre for Conscious Cities, Londra
David Quammen| Scrittore e divulgatore scientifico, autore di "Spillover"
Davide Ruzzon | Direttore TUNED, Milano - Direttore NAAD Master Iuav, Venezia
Jagan Shah | Consigliere Department for International Development,New Delhi
Adolfo Suarez | Direttore L22 Retail - Partner Lombardini22, Milano

MODERA

Sarah Williams Goldhagen | Critica di architettura e giornalista,New York

L'evento è promosso da Lombardini22, TUNED e Conscious Cities Festival.

In questa pandemia di Coronavirus, la nostra responsabilità di designer e pensatori è di spostare lo sguardo oltre l'immediato. Come mai prima d'ora, il futuro della città è strettamente intrecciato con la necessità di prendersi cura della Natura, compito prima sottovalutato.

Nel periodo storico attuale, la diffusione del virus, il riscaldamento globale, il paesaggio naturale, la produzione alimentare, la mobilità sono tutti argomenti strettamente correlati. Per decenni abbiamo studiato come poter unire questi temi in un modello. Tuttavia, aspetti economici errati hanno sempre osteggiato l’acquisizione di questi dati. L'enorme dimensione sociale ed economica di questa crisi globale ci porta a compiere definitivamente questo passo.

È arrivato il momento di riscrivere alcune regole di questa relazione.

Le città devono svolgere un ruolo cruciale riequilibrando i fattori di stress economico e psicologico, riducendo gli inquinanti, mitigando l'impatto ambientale dei trasporti, delle fabbriche e del tessuto urbano. Le catene alimentari devono essere rimodellate così come le reti che trasportano acqua ed energia.

Ne discutiamo insieme in una tavola rotonda virtuale che vede protagonisti scienziati, ricercatori, giornalisti, progettisti internazionali, insieme per progettare un futuro migliore per le nostre comunità.


Per info e iscrizioni scrivi a eventi@lombardini22.com

INTERVENGONO

Colin Ellard _ Neuroscienziato cognitivo presso l’Università di Waterloo e direttore di ‘Urban Realities Laboratory’

Negli ultimi venticinque anni, Colin ha pubblicato lavori scientifici su riviste internazionali in Nord America, Europa e Asia. Approfondendo il tema della neuroscienza applicata alla progettazione architettonica e ambientale, ha scritto due libri, Places of the Heart: The Psychogeography of Everyday Life e You Are Here: Why We Can Find Our Way to the Moon. Si è fatto spesso portavoce del dibattito pubblico sulla psicologia ambientale collaborando con  i musei e  i media.

Davide Ruzzon _  Responsabile scientifico di ‘Tuned’ Lombardini22, Milan, e di NAAD, IUAV di Venezia

Responsabile Scientifico del progetto ‘Tuned’ avviato con Lombardini22 e del master NAAD ‘Neuroscience Applied to Architectural Design’ presso l'Università IUAV di Venezia presso la quale si è laureato in architettura.Davide si è dedicato sia alla pratica che alla teoria, collezionando nella sua carriera diverse conferenze, seminari e progetti. Ha curato anche riviste come Intertwining For Mimesis International e AnfioneZeto e pubblicato diversi saggi tra i quali Tuned Architecture e The architecture of differences, scritti insieme a Vittorio Gallese, nei quali si interroga sugli spazi che meglio possano assistere le esigenze dell’uomo.

Alessandro Melis _ Curatore del Padiglione Italia alla Biennale di Architettura 2020, Venezia

Fondatore, con Gian Luigi Melis, di ‘Heliopolis 21 Architetti Associati’ nel 1996, studio di architettura e design urbano con sedi a Pisa, Berlino e Regno Unito, che si occupa soprattutto di edifici pubblici a basso consumo energetico e di architetture per l’ospitalità sostenibile.

Curatore del Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2020, Alessandro Melis è anche co-direttore della ‘Cluster for Sustainable Cities’ e fondatore del ‘Media Hub’, il primo open lab della University of Portsmouth, nato con l’obiettivo di studiare l’innovazione tecnologica nel campo della progettazione climatica ed ambientale, tema per cui è famoso in tutto il mondo.

Itai Palti _ Direttore del ‘Centre for Conscious Design’ e fondatore del movimento ‘Conscious Cities’, Londra

Itai è direttore del ‘Centre for Conscious Design’, un think tank focalizzato sull'utilizzo del design nella città di oggi e del futuro. Nel 2015, ha fondato il movimento ‘Conscious Cities’ un nuovo campo di ricerca per la costruzione di ambienti che siano focalizzati sulle persone e quindi consapevoli e reattivi, utilizzando Data Analysis, l'intelligenza artificiale, la tecnologia e la scienza comportamentale nella progettazione.

Itai ritiene che i nostri spazi possano essere sia all’avanguardia tecnologica che pieni di meraviglia.

Jagan Shah _ Senior Infrastructure Adviser presso DFID, New Delhi

Jagan Shah riveste il ruolo di Senior Infrastructure Adviser presso il Dipartimento per lo sviluppo internazionale del governo del Regno Unito, collabora con il del Ministero delle Finanze indiano e sta elaborando un nuovo programma per lo sviluppo di città inclusive, e resilienti. Prima di entrare a far parte di DFID nel 2019, ha raccolto oltre due decenni di esperienza nel creare un ponte tra la progettazione, la pianificazione e l’organizzazione delle città, prendendo parte alla creazione di  molti masterplan innovativi.

Shah combina una solida conoscenza dei processi sociali con una naturale propensione verso la pianificazione di tutto ciò che riguarda l’ambiente costruito.

Adolfo Suarez _ Socio Fondatore di Lombardini22, direttore di L22Retail e L22Living, Milano

Architetto e Socio Fondatore di Lombardini22, Adolfo guida la progettazione Retail e Living della società. Grazie al suo eccezionale know-how è consapevole dell’intero ciclo di vita dei progetti e ne gestisce ogni fase, dalle analisi preliminari, alla realizzazione, alla riqualificazione. Ascoltare il cliente e dare valore ad ogni progetto sono la sua filosofia, sempre in un’ottica sostenibile e “Cradle to Cradle”.

Casi esemplari  del suo approccio progettuale sono ‘CityLife’, progetto che grazie al suo netto posizionamento europeo crea valore per la città, e ‘Forum Palermo’, che genera relazioni urbane e risorse per tutto il territorio in cui è inserito.


Sarah Williams Goldhagen _ scrittrice e critica americana, New York

Premiata scrittrice americana di architettura, critica di lunga data per The New Republic ed ex docente alla Harvard Graduate School of Design. Sarah Goldhagen ha fatto un profondo tuffo nel campo della scienza cognitiva in rapido progresso, nel tentativo di utilizzarla come nuovo approccio umano al mondo dell’architettura. Famosi i suoi libri: Louis Kahn’s Situated Modernism e Welcome to Your World: How the Built Environment Shapes Our Lives, in quest’ultimo l’autrice rivolge una strutturata polemica contro lo status quo attuale.

Scarica il Position Paper in formato PDF

May 5, 2020
Cosa sta Succedendo?
Written by
Share:
Unione, aggregazione e contaminazione ci fanno crescere ogni giorno in questo magico laboratorio di idee.