Magazine by

INTERTWINING - Evento lancio

Unfolding art and science
Written by
Share:

Presentazione del primo numero della rivista "INTERTWINING - Le scienze umane e il progetto architettonico"

 

Quando:

12 marzo 2019
h. 18.00  

Presso:

Lombardini22
Via Lombardini 22,
20143 – Milano 

Presentano

Alessandro Gattara – Editor Intertwining
Sarah Robinson - Editor Intertwining
Davide Ruzzon – Editor Intertwining / Direttore Tuned 

Intervengono

Umberto Curi – filosofo
Fulvio Irace – storico dell’architettura
Angela Vettese – storica dell’arte contemporanea

Il 12 marzo, nella sede di Lombardini22, sarà presentato "Unfolding art and science" primo numero fondativo della nuova rivista Intertwining (Mimesis Edizioni, Mimesis International 2018)

Una rivista internazionale e interdisciplinare il cui centro d’interessi è rappresentato dai possibili intrecci tra scienze umane e processi di progettazione e produzione architettonica. Rivolta a comprendere l’esperienza dello spazio e della costruzione dell’architettura da un punto di vista corporeo oltre che cognitivo, la rivista dà voce alle scienze e alle arti insieme – con una particolare attenzione ai contributi offerti dalle neuroscienze – poiché entrambe sono indagate come forme di conoscenza fondamentali per abbracciare la natura complessa e multidimensionale di questa interrogazione.Questo primo numero della rivista ospita contributi di figure di grande rilievo nei loro rispettivi campi d’attività – autori come Juhani Pallasmaa, Barbara Lamprecht, Kevin Kelley Rooney, Olafur Eliasson, Harry Francis Mallgrave, Vittorio Gallese, Colin Ellard, Susan Magsamen, Raymond Richard Neutra, Elnaz Ghazi – a supporto della necessaria molteplicità interdisciplinare richiesta dai temi che Intertwining vuole condividere con i suoi lettori.

Temi che nel corso della presentazione saranno indagati con due panel di discussione:

• il primo vedrà gli interventi degli editor di Intertwining Alessandro Gattara, Sarah Robinson e Davide Ruzzon, che presenteranno la rivista e i suoi contenuti;

• il secondo sarà animato dalla presenza degli ospiti Umberto Curi, filosofo, Fulvio Irace, storico dell’architettura contemporanea, e Angela Vettese, storica dell’arte e della filosofia italiana, che amplieranno il dibattito sui temi proposti con un libero sguardo dall’esterno.

Se sei interessato scrivici a eventi@lombardini22.com

Profili dei partecipanti

Umberto Curi

Filosofo, professore ordinario di Storia della filosofia presso l’Università degli Studi di Padova, ha diretto la Fondazione culturale “Istituto Gramsci Veneto” ed è stato membro del Consiglio Direttivo della Biennale di Venezia. La sua attività di ricerca è caratterizzata da tre fondamentali linee di indagine: la riflessione sul nesso politica-guerra e sulla nozione teoretica di polemos; la valorizzazione della narrazione, sia come mythos sia come opera cinematografica; la meditazione su alcuni temi filosofici fondamentali quali l’amore e la morte, il dolore e il destino. Ha vinto l’edizione del 2010 del Praemium Classicum Clavarense. Fra le sue numerose opere sono di particolare rilievo “Polemos.
Filosofia come guerra” (Torino, 2000), “La forza dello sguardo” (Torino, 2004), “Meglio non essere nati. La condizione umana tra Eschilo e Nietzsche” (Torino,
2008) e inoltre, tra i lavori dedicati alla filosofia del cinema, “Lo schermo del pensiero. Cinema e filosofia” (Milano, 2000) e “Un filosofo al cinema” (Milano 2006). Nel libro “La brama dell’avere” (2016), scritto con Sabino Chialà, affronta un riesame storico-filosofico e critico-filologico della categoria esistenziale dell’avere, alla luce dell’odierno assetto socio-comunitario.

Fulvio Irace

Architetto, professore ordinario di Storia dell’architettura al Politecnico di Milano, è stato visiting lecturer e professor in diverse università straniere (tra cui Princeton e Accademia di Architettura di Mendrisio) e responsabile per il settore Architettura della Triennale di Milano. La sua attività di ricerca storica e critica è caratterizzata da numerosi studi sull’architettura italiana degli anni tra le due guerre mondiali e del dopoguerra (con opere monografiche su autori come Giovanni Muzio, Gio Ponti, Carlo Mollino, Franco Albini, Luigi Caccia Dominioni, Vico Magistretti), sui temi del progetto contemporaneo (con studi su Renzo Piano, Emilio Ambasz, David Chipperfield, Odile Decq) e su argomenti di storiografia architettonica. Intensa l’attività pubblicistica: è stato redattore delle riviste Domus (1980-86) e Abitare (1987-2007) e collaborato con A+U,
The Architectural Review, Casabella, Lotus, Ottagono e Op.Cit. Dal 1986 è editorialista per l’architettura del supplemento Domenica del quotidiano Il Sole 24 ORE. Nel 2005 ha ricevuto il Premio Nazionale ANCE-IN/ARCH “Bruno Zevi” per un Servizio di Informazione di Massa.

Angela Vettese

Storica dell’arte e della filosofia italiana, docente e curatrice, dirige dal 2001 il corso di laurea magistrale di arti visive e moda presso l’Università IUAV di Venezia presso cui è professore associato di Teoria e Critica dell’Arte Contemporanea. Collabora abitualmente con il supplemento domenicale del Sole 24 ore, con Domus, Abitare, Flash Art International, Frieze, Parkett, Art+Text, Exit. Ha insegnato storia dell’arte presso l’Università Bocconi di Milano con cui tuttora collabora. Ha diretto la Galleria Civica di Modena (2005-2008) e la Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano (2009-2010). È stata presidente della Giuria Internazionale della Biennale di Arti visive di Venezia (2009) e direttore artistico di Arte Fiera, a BolognaFiere (2016-2018). Fa parte del Comitato scientifico di Palazzo Grassi-Punta della Dogana a Venezia ed è presidente onorario del Centro di documentazione Docva alla Fabbrica del Vapore di Milano. Ha scritto numerosi libri tra cui “Capire l’arte contemporanea” (Torino 1996), “Guardare l’Arte”, con Anna Detheridge (Milano, 1999), “Il Novecento, movimenti e protagonisti”, con Gillo Dorfles (Bergamo, 2000), “Lucio Fontana - I tagli” (Milano, 2003), “Ma questo è un quadro?” (Roma, 2006), “L’arte contemporanea” (Bologna, 2012).

Editors di Intertwining

Alessandro Gattara

Architetto, ha conseguito il dottorato in architettura all’Università di Parma collaborando con il neuroscienziato Vittorio Gallese, con il quale ha contribuito al libro “Mind in Architecture: Neuroscience, Embodiment and the Future of Design”. Ha curato la traduzione italiana del libro “L’empatia degli Spazi. Architettura e neuroscienze” di Harry Francis Mallgrave.

Sarah Robinson

Ha svolto la professione di architetto per 20 anni a San Francisco prima di trasferirsi in Italia dove oggi vive e lavora. È stata Presidente di Taliesin West, la scuola di architettura fondata da Frank Lloyd Wright nel 1937. È autrice del libro “Nesting. Fare il Nido: Corpo, Dimora, Mente” e, con Juhani Pallasmaa, ha curato il libro “Mind in Architecture: Neuroscience, Embodiment and the Future of Design”.

Davide Ruzzon

Architetto, dal 2016 con Lombardini22 ha sviluppato TUNED, progetto dedicato all’applicazione delle neuroscienze all’architettura. Dal 2017 è Fondatore e Responsabile Scientifico del Master NAAD – Neuroscience Applied to Architectural Design presso lo Iuav di Venezia.

Lettera dei Direttori

Vogliamo andare oltre il pensiero dell’architettura come oggetto. L’architettura non è separata da noi: non è una cosa che va giudicata semplicemente per le sue proprietà formali, per la soddisfazione di preoccupazioni programmatiche o per le sue prestazioni in termini di parametri tecnici. Non vogliamo ignorare l’importanza di questi fattori, ma desideriamo arricchirli, comprendere e articolare in che modo l’architettura possa catturare ed esprimere strati invisibili di significato e scopo. Vogliamo pensare all’architettura come verbo, motore, modellatore, agente attivo nella prosperità umana. Per apprezzare la potenziale forza dell’architettura, vogliamo esplorare l’esperienza dell’architettura e l’esperienza intimamente connessa del creare architettura. Per rivolgere la nostra attenzione all’esperienza è necessario che ascoltiamo e consideriamo la conoscenza da una varietà di discipline. L’esperienza è multidimensionale, multidirezionale e irriducibile. L’esperienza supera sempre, scorre oltre ogni confine che tenti di circoscriverla.”

La realizzazione di Intertwining è stata resa possibile grazie al supporto di Lombardini22 e TUNED.

Per avere maggiori informazioni e partecipare scrivici all'indirizzo eventi@lombardini22.com



March 1, 2019
Cosa sta Succedendo?
Written by
Share:
Il tema chiave è saper comprendere la domanda per dare come risposta un'esperienza adeguata.