Magazine by

EY Wavespace™

Il nuovo centro d’innovazione milanese
20/6/2018
Written by
Share:

EY Wavespace™ fa parte di una rete di centri d’innovazione specializzati in nuove tecnologie e interattivi, presenti in tutto il mondo (17 a livello globale), che condividono metodologia e piattaforme: una reciprocità funzionale di strumenti e competenze che rappresenta un valore unico per le imprese.

Lo spazio milanese, di circa 700 mq, è inserito nello stesso complesso di edifici della nuova sede di EY in Via Meravigli, anch’essa progettata da DEGW: è quindi un progetto che segna una continuità, conferma la felice collaborazione tra due realtà di rilievo internazionale da sempre impegnate, per metodologia progettuale e cultura organizzativa, a produrre innovazione.

Innovation Center

È uno spazio consacrato alla tecnologia, alla rappresentazione, al showcase e all’experience, e si articola su due livelli. Al piano terra, in corrispondenza dell’ingresso da via Camperio, l’area Welcome dà il benvenuto agli ospiti con una area waiting interattiva e tecnologica. Due schermi touch permettono di effettuare la registrazione dei dati dei partecipanti o di fornire contenuti in base allo specifico evento attraverso il sistema di Digital Signage che gestisce l’intero spazio.

Uno spazio che ha il proprio fulcro strumentale in un’ampia quinta tecnologica dotata di un grande schermo centrale e 28 pouf rimovibili e riposizionabili, opportunamente disegnati per la massima flessibilità e funzionalità.

Un allestimento pensato per supportare visualizzazioni dinamiche per presentazioni frontali con platea, sessioni di coworking, analisi contenuti e 3d video mapping, oltre che infografiche, analisi di mercato, presentazioni client-specific e simulazioni di scenari con più ambientazioni contemporaneamente. Questo dispositivo articola due aree specifiche: l’area Showcase e, nella parte più interna dell’Innovation Center, e la Flexible Area a ridosso delle vetrate su strada.

La prima, è un’area versatile progettata per accogliere gruppi di diverse dimensioni (fino a 20 partecipanti) e veicolare contenuti in modo dinamico attraverso le sue dotazioni tecnologiche: monitor multitouch con funzioni di lavagna interattiva e videoconferenze, e tavolo touch interattivo.

La seconda è una vera “macchina” di flessibilità spaziale: attrezzata con supporti audio/video all’avanguardia, e in grado di cambiare dimensione e configurazione per assumere diverse entità spaziali e adattarsi a molteplici usi. Accoglie fino a 50 persone per presentazioni e conferenze, e può ospitare hackathon (da uno a tre gruppi di lavoro contemporaneamente), sessioni di coworking o showcase con il cliente.

Il livello interrato è collegato al piano da un sistema di scale che divide in due parti lo spazio. Da un lato si accede al Theater, uno spazio per presentazioni a platea frontale con doppio monitor che ospita gli spettatori su una gradonata, creando situazioni di presentazione dinamiche e inattese

Dall’altro lato, l’Oficina Lab è a sua volta suddivisa in due spazi: il primo schermato da una parete vetrata e attrezzato con un grande piano operativo su cui sono collocati PC e IoT device, il secondo caratterizzato da un grande tavolo centrale che fa di questo spazio di lavoro una vera factory della sperimentazione tecnologica e della creazione collaborativa.

Due aree distinte nelle loro specificità, ma che possono fondersi all’occorrenza in un unico spazio comunicante grazie ai due grandi pannelli vetrati scorrevoli, che mettono le rispettive risorse in completa condivisione.

Coworking Workplace

È il naturale complemento dell’Innovation Center. Ad esso adiacente e anch’esso accessibile da via Camperio, è il luogo della collaborazione, della creatività user-friendly e del comfort informale. Lavoro, incontro, condivisione sono le parole chiave dello spazio Coworking.

L’area principale è un open space in cui si fondano aree di lavoro e aree informali, che può essere configurato in modi diversi, funzionali alle diverse attività, grazie a divider mobili, whiteboard e superfici scrivibili. È stato progettato all’insegna della massima flessibilità funzionale e della comunicazione orizzontale.

L’area Yellow Submarine è in posizione più protetta e “privata”: strutturata come un sottomarino, con due panche laterali che si fronteggiano e uno schermo attrezzato di videoconferenza, è dedicata alle presentazioni e al lavoro tra team più raccolti ed ha anche funzione di meeting room e di spazio per simulazioni di realtà virtuale.

Punto di snodo di tutto lo spazio è il Belvedere, un’area informale attrezzata con arredi dai colori vivaci: dotata di una piccola cucina, offre uno sguardo rialzato sullo spazio di coworking e offre la possibilità di svolgere incontri informali.

 

June 20, 2018
Cosa sta Succedendo?
Written by
Share:
Dobbiamo progettare in modo innovativo, per poterci voltare e vedere scenari futuri.